#Mabasta/ contro il.bullismo. “La forma della voce”

In occasione della giornata nazionale contro il bullismo la classe IIA secondaria ha visto il cartone anime giapponese “La forma della voce”. Questa è la recensione dell’alunna Adele Russo
La Forma della Voce
                        [#MyOpinion🗣]
 
TRAMA📝
 
-La storia gira attorno a Shōko Nishimiya, una bambina delle elementari che ha gravi problemi d’udito. 
 
Shōko si trasferisce in una nuova scuola,dove verrà bullizzata dai suoi compagni,e uno dei bulli,Shōya Ishida,la bullizzerà fino al punto di farle cambiare di nuovo scuola.
Come risultato,Shōya verrà allontanato e molestato dai suoi stessi compagni.
 
Anni dopo, avendo fallito il suicidio,Shōya deciderà di rimettersi sulla strada giusta,e di farsi perdonare da tutti quelli a cui ha fatto del male in passato.
 
PERSONAGGIO PREFERITO👤
 
Naoka Ueno
 
~Alle elementari compagna di classe di Shōko Nishimiya e Shōya Ishida, questo personaggio mi ha colpito molto per la sua caratterizzazione. Nonostante sia un personaggio secondario, idealizzato per farsi odiare dagli spettatori, con una buona osservazione si possono cogliere a pieno molte sfumature della sua personalità.
Insicura di se stessa, si nasconde dietro una maschera fatta di odio ed un comportamento da bulla. Dopo il timeskip alle scuole superiori notiamo che non è affatto cambiata, e che in tutto quel tempo ha coltivato un grande odio per Shōko Nishimiya, colei che secondo Ueno ha distrutto il suo rapporto di amicizia con Ishida. 
 
Dopo che quest’ultimo verrà ricoverato in ospedale, veniamo a conoscenza di una delle motivazioni di Ueno: il suo amore nei confronti di Ishida, che la porta ad occuparsi di lui durante tutto il suo periodo di coma e ad arrabbiarsi pesantemente con Nishimiya, fino a fare a botte con lei e sua madre.
 
In seguito, durante la fase finale del film, la vedremo cambiata: ormai ha perso il suo odio per Nishimiya,tanto che,per farsi perdonare e comunicare con lei, si impegna ad imparare il linguaggio dei segni. 
 
RESOCONTO FINALE🖋
Considero questa storia un’opera d’arte,
In quanto affronta temi davvero difficili con un approccio fantastico. 
 
Disabilità,bullismo,problemi familiari ed economici,suicidio,odio,rimorso,amicizia,amore…questi sono quelli che si notano ad una prima visione della trasposizione animata del fumetto.
 
Ho adorato a dismisura la caratterizzazione di tutti i personaggi e i piccoli dettagli,che aggiungono un tocco in più al tutto,ma soprattutto la decisione della mia prof. Onofri di far vedere questo titolo a scuola, azzardata, ma a mio avviso completamente giusta.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...